Skip to content

Viaggio nell’impero economico e nel sogno di dominio della camorra.

sabato 5 gennaio, 2008.
by

knives1981.jpgLa palma di libro dell’anno 2007 va a Gomorra di Roberto Saviano. In realtà questo romanzo è uscito nelle librerie nell’aprile del 2006 e, grazie ad un certo tam tam mediatico, ha rapidamente conquistato le vette delle classifiche di vendite in Italia. In quella stessa estate si parlava, forse eccessivamente, della figura dell’autore, costretto a vivere sotto scorta perché la camorra se l’era eufemisticamente legata al dito. Nel 2007 il libro ha surfato sulle creste delle classifiche con una costanza vista raramente per un’opera prima.

Inutile dire, che grazie alle cronache di questi giorni, riguardanti Napoli alle prese con l’emergenza (“quindi clamoroso affare economico” Sergio Rizzo, Corriere della Sera 3/1/08 ) rifiuti, viene voglia di risfogliare Gomorra alla ricerca delle parole che ci hanno illuminato, infatti l’emergenza dura da 14 anni. Chi non conosce la realtà campana, difficilmente può comprendere i meccanismi che muovono le persone, criminali e non. Qualcuno ha detto “Napoli è un paradiso popolato di diavoli”. Saviano ha dato voce a questi diavoli. La sua non è un’analisi sociologica, ne tanto meno un reportage sul campo (questo era ciò che pensavo inizialmente), ma un viaggio come dice nel sottotitolo. Esatto, non c’è nulla di più corretto che pensare a questo libro come alla narrazione di un viaggio all’interno del citato sogno di grandezza della camorra, un viaggio nei gironi infernali dello Stato. L’autore, fra rallentamenti e accelerazioni, racconta tutta la filiera del sistema economico criminale. Crimini quasi misconosciuti per quanto non riescono a raggiungere i titoli dei giornali e le case degli italiani attraverso i tg. Qualche servizio, mandato in onda in questi giorni, ha per caso indicato le radici dell’attuale problema monnezza (così la chiamano al sud apostrofa, come fosse una divertita nota di colore, il tg5 del 2 gennaio)? Ma questa è solo una delle strade, uno dei tentacoli dell’impero economico narrato da Saviano, lucido indagatore dei mali della sua terra, la nostra terra.Così si sono concluse le votazioni per il libro del 2007. Per quanto riguarda i dati del pool svoltosi sul Corriere della Letteratura i numeri sono abbastanza esigui. Niente di trascendentale per un blog nato poco più di un mese fa, chiaramente. Non amo sbandierare sondaggi come alcuni politici nostrani, quindi, con beneficio d’inventario possiamo ritenere questo il libro del 2007 (lo è sicuramente per EremoLetterario) in attesa del risultato del tg1 libri.

Nel frattempo, buon Libro del 2008 a tutti.

Annunci
4 commenti leave one →
  1. Alessandra permalink
    domenica 6 gennaio, 2008. 14:20

    Ciao, sono capitata qui per caso. Il tuo blog è molto interessante!
    Ti invito a passare per qui (http://libri.forumcommunity.net/) : siamo il GDL(gruppo di lettura), ed è appena iniziata una lettura del nostro gruppo.
    Sarebbe molto bello se ti unissi a noi.
    Ciao e buona giornata!

  2. lunedì 7 gennaio, 2008. 12:53

    Io non l’ho ancora letto, devo ammetterlo, ma mi rifarò presto..Certo è molto attuale anche oggi!

  3. martedì 8 gennaio, 2008. 1:32

    @Alessandra il vostro forum è ottimo e l’idea del gruppo di lettura mi interessa, grazie per avermelo segnalato.
    @Mavi, immagino che con la tempistica italiana nella soluzione delle “emergenze” Gomorra rimarrà attuale per un bel po’.

  4. mercoledì 24 settembre, 2008. 16:41

    Beh, io l’ho ricevuto in regalo da un cultore, ed effettivamente è un libro che apre gli occhi, è un ragionamento più che altro, un filo conduttore che rende possibile una comprensione veritiera di quello che realmente è quest’impero, come lo definisce l’autore. Inoltre hai avuto ragione sul fatto che sarebbe rimasto attuale a lungo, proprio in questi giorni è stata pubblicata una considerazione di Saviano sui fatti di Castel Volturno, che individuano un’altro dei tanti “tentacoli”(sul mio blog riporto parte della lettera).
    Un libro indispensabile, a mio avviso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: