Skip to content

Post 11 settembre, sogni e sconfitte della New York a dimensione-Gatsby

giovedì 12 marzo, 2009.

Alla guida di un auto noleggiata lungo il Saw Mill River e la Taconic State Parkways, Hans, un olandese transfugo a New York, pensa ai tipici nomi del suo paese – Yonkers, Cortlandt, e naturalmente Verplanck Peekskill – che spuntano tra luoghi come Mohegan, Chappaqua e Ossining, e trova se stesso sovrapposto al paesaggio – regressive immagini di olandesi e indiani, visioni non derivanti da una matura riflessione storica, ma da un infantile senso delle cose irresponsabile e cinematografico. – Ha un analogo senso della vastità americana e delle sue possibilità panoramiche quando viaggia sull’Hudson dagli scorci spettacolari  e dalla vista incontaminata di foreste e montagne “capaci di annullare i secoli” – viste inimmaginabili, dice, a chi è cresciuto nel congestionato, sovrappopolato paesaggio dei Paesi Bassi.

Si intitola Netherland, è l’ opera di uno scrittore fino a ieri sconosciuto, e sarà il più bel romanzo straniero del 2009, o come minimo uno dei più interessanti e originali e magnificamente scritti. Perché la letteratura, quella che ci conquista, è un’ opera di magia, e la magia richiede un atto di fiducia nell’ irrazionale. Altri saranno di parere diverso. Noi abbiamo scelto questo romanzo di Joseph O’ Neill che uscirà a primavera da Rizzoli: un libro dalle lunghe frasi capaci di contenere mondi interi, che sembra originare quasi per partenogenesi dal Grande Gatsby di Fitzgerald, sullo sfondo di un’ America in preda a un grande cambiamento sociale. Ma soprattutto perché dalla prima all’ ultima pagina, la voce narrante di Netherland respira nella frase conclusiva del capolavoro di Fitzgerald. Quella che dice: «Così continuiamo a remare, barche contro corrente, risospinti senza posa nel passato».

Annunci
6 commenti leave one →
  1. venerdì 13 marzo, 2009. 12:59

    Che dire? Dopo aver chiamato in causa il grande Gatsby (che, anche se non è tra i miei preferiti, ho apprezzato molto), mi hai messo una gran curiosità. Aspetterò con impazienza che esca! Come al solito, ottimo suggerimento 😉

    • venerdì 13 marzo, 2009. 18:09

      Addirittura per il New York Times è fra i 10 libri del 2008 e la critica par excellence Michiko Kakutani vi ha trovato “una straordinaria riflessione sul sogno americano”. In uscita a primavera… speriamo bene!

  2. giovedì 16 aprile, 2009. 15:08

    Saluti a tutti i lettori di questo spazio,
    con segnalazione del mio blog in diretta da New York.
    Per chiunque fosse interessato alla tematica, pregasi leggere ed eventualmente commentare.
    Un abbraccio al direttore
    Marfisiquotidiani

  3. venerdì 15 maggio, 2009. 11:27

    On April 14, President Obama gave a speech at Georgetown University, trying to explain why he was taking on so many economic issues so early in his administration. […] At the end of our conversation, when I asked him if he was reading anything good, he said he had become sick enough of briefing books to begin reading a novel in the evenings — “Netherland,” by Joseph O’Neill.

    The New York Times Magazine, After the Great Recession, 28 Aprile 2009, http://www.nytimes.com/2009/05/03/magazine/03Obama-t.html?pagewanted=1&_r=2&ref=magazine

  4. venerdì 9 settembre, 2011. 10:56

    Ho espresso un mio parere sull’uso delle immagini dell’11 settembre in questo articolo ripreso anche da AgoraVox Italia.
    http://www.agoravox.it/11-settembre-inflazionato.html
    Ciao

  5. martedì 13 settembre, 2011. 15:50

    Si dice che questo evento ha cambiato il mondo o la storia… Ad esser sincero credo che abbia influito su una sparuta minoranza della popolazione mondiale, e solo su alcuni Paesi. Noi vogliamo farne una parte della nostra storia, ma è l’ennesimo tentativo di eurocentrizzazione. Il mondo occidentale non è il mondo, non può esserlo negli anni della globalizzazione imperante e non lo sarà a maggior ragione in futuro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: