Skip to content

La notte

mercoledì 17 agosto, 2011.

Giovanni Pontano: Quante volte uno scrittore oggi si domanda se scrivere non sia un istinto insopprimibile, ma antiquato. Questo lavoro così solitario, artigiano, questo mettere faticosamente una parola dietro l’altra, questo lavoro non si riesce a meccanizzare in nessuno modo.

Industriale Gherardini: Ma lei ne è veramente convinto?

Giovanni Pontano: No, però voi altri industriale avete il vantaggio di fare i vostri racconti con le persone vere, le case vere, le città vere. Il ritmo della vita del tempo è nelle vostre mani. Forse anche il futuro è nelle vostre mani.

La notte, regia di Michelangelo Antonioni 1961

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: