Skip to content

I migliori libri del 2013 da regalare a Natale

lunedì 9 dicembre, 2013.
Xmas in Bo

Bologna, Piazza Minghetti 08/12/2013

In vista del Natale abbiamo selezionato, tra le tante novità in libreria, quelle che riteniamo le migliori letture per le festività. O se volete, un consiglio per un regalo mai ordinario.

  • Livelli di vita, Julian Barnes (Einaudi) – Un viaggio narrativo sull’amore in tre parti, scritto sul filo tagliente della metafora del volo, l’altezza e la profondità, l’ascesa e la caduta. Una riflessione sul dolore che non conosce eufemismi e castiga, una a una, tutte le ipocrisie.
  • Dieci dicembre, George Saunders (Minimum Fax) – Una fantastica serie di distopie che ci catapulta nei nostri giorni – in famiglie normali alle prese con la vita quotidiana, indagandone i piccoli gesti, la difficoltà di comunicazione, i problemi più o meno evidenti e mostrandoci lo squallore delle cittadine americane popolate di personaggi alle prese con difficoltà di tutte le misure e forme.
  • I ragazzi Burgess, Elizabeth Strout (Fazi) –  I ragazzi Burgess, come vengono chiamati Jim, Bob e Susan, sono nati a Shirley Falls, nel Maine, e sono cresciuti in una piccola casa gialla in cima a una collina, in un angolo di continente appartato. Da adulti si sono allontanati, ognuno a scacciare il ricordo di un antico dramma familiare mai spento.L’ultimo romanzo di Elizabeth Strout è un’istantanea scattata nel momento esatto in cui le fragilità affettive escono allo scoperto mostrando tutta la complessità di legami indissolubili.
  • Un vampiro tra i limoni, Karen Russell (Elliot) – Nel racconto che dà il titolo alla raccolta, due anziani vampiri si sono ritirati in un piccolo paesino della costiera amalfitana, dove hanno smesso di succhiare sangue limitandosi ad affondare i denti nella spessa buccia dei limoni. Un giorno però uno dei due scopre improvvisamente di aver paura di volare, ed è in quel momento che il loro matrimonio centenario viene messo alla prova.
  • Prima che tu mi tradisca, Antonella Lattanzi (Einaudi) – Il libro è composto da tre partiture, ognuna si basa, o meglio, comincia da un avvenimento del quale serbiamo memoria, per esempio: l’incendio del teatro Petruzzelli, il gol di Cassano all’Inter. Attorno a questi avvenimenti, cioè tra cultura alta e bassa, la Lattanzi organizza la sua indagine, costruisce dei lunghi racconti (degli articolati flashback e forward) durante i quali cerca di raccontare il più possibile, per capire meglio da dove ha avuto origine la tragedia dei suoi personaggi.
  • unastoria, Gipi (Coconino Press) – Le due storie, il presente di Silvano Landi scrittore di successo e il passato del suo avo Mauro soldato durante la Prima guerra mondiale, si intrecciano e diventano unastoria. La storia della fragilità di ognuno di noi, sospesi tra la bellezza e il continuo sentimento della sua perdita, tra la dolcezza e la tragedia della vita, sotto i cieli dipinti ad acquerello di una natura magnifica e indifferente, splendida e crudele.
  • Lui è tornato, Timur Vermes (Bompiani) – È l’estate del 2011. Adolf Hitler si sveglia in uno di quei campi incolti e quasi abbandonati che ancora si possono incontrare nel centro di Berlino. Egli non può fare a meno di notare che la guerra sembra cessata; che intorno a lui non ci sono i suoi fedelissimi commilitoni; che non c’è traccia di Eva. 66 anni dopo la sua fine nel Bunker, contro ogni previsione, Adolf inizia una nuova carriera, stavolta a partire dalla televisione. Questo nuovo Hitler non è, tuttavia, né un imitatore, né una controfigura. È proprio lui, e non fa né dice nulla per nasconderlo, anzi, è tremendamente reale.
  • Bella di giorno, Joseph Kessel (Edizioni e/o) – Séverine ha una vita sessuale problematica, tra frigidità e desideri al limite della perversione. Un giorno, durante una conversazione con l’amica Renée e con Husson, un conoscente di suo marito, scopre che una donna appartenente al loro stesso ambiente ha deciso di fare la prostituta in una casa d’appuntamenti in rue Virène. La notizia la turba e la intriga al tempo stesso.
  • Una mattina mi son svegliato. 5 storie dell’8 settembre 1943, Mimmo Franzinelli e Andrea Ventura (UTET) – Mimmo Franzinelli si conferma storico fuori dagli schemi, che sa regalare emozioni forti e generare problematiche nuove al lettore. Queste 5 storie dell’immediato dopo 8 settembre non sono narrazioni convenzionali: ripercorrono la difficile atmosfera e la fatica del dover scegliere da che parte stare per chi divenne vittima o carnefice nella lotta per la liberazione. La collaborazione con Ventura, che aggiunge immagini poetiche alla scarna narrazione degli eventi, fa di questa storia illustrata un libro da non perdere per chi vuole scoprire la Storia scomoda dei compromessi.
  • 1913. L’anno prima della tempesta, Florian Illies (Marsilio) – Che cosa ha avuto di particolare quell’anno, l’ultimo prima dello scoppio della guerra? L’Europa si è riempita di personalità ineguagliabili. Florian Illies traccia uno straordinario ritratto dell’ultimo anno di pace centinaia di storie che offrono un quadro di un concentrato di geni probabilmente unico nella storia dell’umanità. Geni che si affacciarono al 1914 con qualche presentimento di quello stava per accadere.
  • La moglie, Jhumpa Lahiri (Guanda) – Due fratelli a Calcutta negli anni Cinquanta. Udayan è un militante maoista mentre Subbash preferisce andare a studiare negli Stati Uniti. Ma, quando il primo viene ucciso, è costretto a tornare per prendersi cura della vedova incinta. E farsi padre della bambina. Una storia piena di pathos dove le complessità della vita non smettono di inseguirsi.

N.B. Ogni proposta rimanda direttamente alla relativa pagina di acquisto su di un noto sito di commercio elettronico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: